top of page
  • Immagine del redattoreAlice Pellegrini

#LaBirra

L'acqua è la fonte principale di liquidi, è consigliato consumarne almeno 2 litri al giorno. In caso di mancanza di patologie e controindicazioni, possono essere assunte anche bevande alcoliche nelle giuste dosi.


La dose giornaliera consentita è di una porzione per le donne e due per gli uomini, una porzione corrisponde a un bicchiere di vino, una lattina piccola di birra o un bicchierino da bar di superalcolico.


È così che oggi parliamo della birra.


La birra è una bevanda alcolica ottenuta da una procedura specifica che varia a seconda del tipo di birra che si vuole. Gli ingredienti base sono l'acqua, il malto d'orzo o di altri cereali e il luppolo.


Il passaggio più importante è la fermentazione che si divide in due fasi. La prima fermentazione determina un gusto pieno e intenso, alta fermentazione, oppure un gusto pulito e leggero, bassa fermentazione. Le prime iniziano subito la seconda fermentazione o maturazione che dura dalle 4 alle 6 settimane, le seconde invece vengono filtrate, per togliere qualsiasi residuo di lievito.

Alla fine di questa stagionatura può esserci o meno una fase di pastorizzazione.


Le birre ad alta fermentazione vengono chiamate "Ale", sono ottenute da lieviti che agiscono ad alte temperature (12-23°C) e si depositano in superficie. Hanno un sapore aromatico molto intenso, spesso continuano la maturazione anche dopo l'imbottigliamento. I produttori principali sono la Gran Bretagna e il Belgio.


Le birre a bassa fermentazione vengono dette "Lager", sono ottenute da lieviti che lavorano a basse temperature (6-13°C) e si depositano sul fondo. Hanno un sapore più delicato, passano attraverso una fase di maturazione a freddo e in generale la produzione è molto più lenta. La produttrice principale è la Germania.


Molto rare e poco diffuse sono le birre a fermentazione spontanea. Chiamate "Lambic" e prodotte in una piccola regione del Belgio, hanno un sapore forte e acidulo.


Dal punto di vista nutrizionale la birra, in giuste dosi, ha un effetto diuretico, grazie all'apporto di acqua e di potassio, e favorisce la digestione.


Ma attenzione!!!


Sono molti di più i danni che i benefici, soprattutto se c'è un abuso di questa sostanza.

Se si consumano dosi superiori a quelle raccomandate può causare un mancato immagazzinamento a livello epatico di vitamina B1, micronutriente implicato nella metabolizzazione dell'alcol, irritazione della mucosa gastrointestinale, disidratazione, iperproduzione di insulina, ipertrigliceridemia, ecc.


Alcune situazioni controindicate in cui non va assunta birra sono la gravidanza, l'allattamento, l'ulcera gastrica, l'ipertensione. Anche i celiaci non possono assumerla, ma con i nuovi metodi di produzione si trova in commercio anche birra con malto di riso, priva di glutine.


La birra può essere consumata fresca come bevanda, oppure utilizzata come ingrediente di varie ricette, come il maiale alla birra oppure il pollo


E tu cosa ne pensi? Vuoi altre informazioni o cerchi nuovi spunti per altre ricette? Scrivi un commento e scegli l'alimento del prossimo mercoledì.







Post recenti

Mostra tutti

#IlGrano

#LAnanas

Comments


bottom of page